giovedì 18 dicembre 2014

tutto qui

Azzurropillin mi chiedo se sto bene.
Effettivamente è passato un bel po´ di tempo dal mio ultimo post e le ultime cose scritte non erano poi tanto positive.
 
Comunque sto bene e non è che non scrivo perchè sto male. Cioè, non è che stia benissimo, ho ancora sempre il problema di trovare un modo per uscire da questo dottorato e la sensazione di vivere immersa in una palude da almeno tre anni. Ma a parte questo, direi che non c´è nessuna  novità particolarmente negativa.
 
Il motivo per cui non scrivo è un altro. C`è la versione veloce e quella più lunga.
Versione veloce: non mi diverto più a scrivere.
Versione lunga: mi sono avvicinata al mondo dei blog grazie a un primo piccolissimo gruppo di blog che mi piaceva tantissimo leggere. Ho iniziato con Azzurropillin, Cecilia e Natalia Pi. Ho veramente adorato i loro blog e ho passato intere serate in loro compagnia andando a ritroso nel tempo e ricostruendo la loro storia di giovani con un lavoro simile al mio (ok, azzurropillin ha insegnato per poco e l´ha pure odiato, ma mi piace la sua voglia di scrivere) e sparse qua e là. Per un po´ le ho viste quasi come delle sorelle maggiori, dalle cui storie avrei potuto trarre consiglio e ispirazione. È stato in realtà per venire in contatto con loro e per entrare in questa comunità di blogger, che ho iniziato anche io a tenere un blog. Ultimamente però ho la sensazione che tutto sia rallentato ed appesantito. Le mie tre muse scrivono molto poco ormai e gli scambi si sono molto ridotti.
Pure la mia adorata Mary Poppins, gemella di blog visto che i nostri sono nati praticamente negli stessi giorni, è sparita e non si sa che fine abbia fatto.
 
In cambio c´è l´invasione delle mamme expat. Sono solo io a notare una proliferazione dei loro blog? Ormai sono tutte associate in gruppi e non fanno altro che sfornare post fotocopia "Il Natale in X"; "I miei problem di mamma sola appena arrivata a X", "Le 10 cose più meraviglioe di X"; "Le 10 cose che piú mi mancano dell´Italia"; "Quanto è figo il posto in cui vivo e quanto mi sento spaesata in Italia"; "Come sono brava a crescere figli senza i nonni". Per carità tutto interessante all´inizio. Ma all´inizio. Prima aprivi un blog e riconoscevi la persona, il suo stile, potevi seguirne la storia. Ora non più, apri un blog ed è come se li avessi già aperti tutti, anche perchè ormai molti vivono solo di guest-post e si è persa ormai ogni traccia di personalità.
 
Tornerò a scrivere? Magari un giorno mi andrà di scrivere e scriverò. Certo sarebbe più facile se qui trovassi ancora persone con le quali mi andrebbe di comunicare.

18 commenti:

  1. Proprio l'altro giorno ripensavo agli inizi del blog, mi manca quella fase! Scrivevo di più in Slovenia perché era tutto nuovo, ora scrivo quando viaggio, meno duranteble settimane di lavoro, o tanti post insieme e poi silenzio ... Però è vero, c'è un proliferare di mamme expat, e noi non siamo mamme ... E infatti prima eravamo il gruppetto delle insegnanti! Forza, torniamo a fare combriccola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non sono solo io ad avere la sensazione che l´intero mondo sia ormai invaso dalle mamme expat che fotocopiano post? Che poi ci sono anche blog carini, per carità, ma la maggior parte è diventata molto impersonale.
      Nel tuo caso cecilia, scusa se te lo dico, quando scrivevi dalla Slovenia e raccontavi del posto in cui stavi se sentiva l´entusiasmo nelle tue parole. Quando invece scrivi della Spagna si sente che ormai hai già visto e vissuto tante volte e non ti stupisce o incuriosisce più

      Elimina
    2. Sì, infatti, ora lo faccio tipo riscoperta di cose a cui mi sono abituata e vedo attraverso gli occhi dei nuovi arrivati ... Purtroppo non può essere tutto nuovo per sempre. Però non ne ho scritto all'epoca in cui queste cose le scoprivo per la prima volta e ora vengono fuori in classe ecc e ci ripenso. Infatti scrivo molto molto di più quando sono in viaggio!

      Elimina
  2. Appena ho letto "guest post" ho capito cos'era quella sensazione che provavo a leggere il tuo post: immedesimazione.
    I blog non sono più come una volta, pensa che io ho vissuto due "generazioni", cioè due grandi cambiamenti nel mondo dei blog: i primi anni era una sorta di nicchia per pochi con la voglia di scrivere; poi è diventata un'usanza popolare, e sono proliferati blog d'ogni sorta (mamme italiane in Italia, cuoche, creative, recensitrici di romanzi o di film, appassionate di musica, donne bisognose di raccontarsi.. solo in ultimo le fashion blogger che secondo me sono le più noiose e copia/incollose) e con questi i contest, give away e premi blogger; ora c'è la moda expat, l'ho notato anche io, e la moda guest post, la moda linky party, la moda di avere tutto un apparato social che neppure le multinazionali, la moda di non andare da nessuno ma di trovare il modo che tutti vengano da te "offrendo contenuti accattivanti".
    Io sto bene ora che pochissimi vengono da me e solo se hanno voglia, perché per poter riavere il mio blog alle mie condizioni ho dovuto tagliare di netto con una marea di blog che appartenevano alla seconda generazione.. figurati se mi piace la terza: io mi trovo bene solo nella prima, quella del blog come diario - non come piazza.
    Capisco però quello che intendi col gruppo di blog e persone con cui comunicare (anche se per me è impossibile perché riverso sul blog troppi interessi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In base alla tua analisi, direi che io preferisco i blog di seconda generazione, ma senza contest e give away. Quelli in cui si crea piú o meno un circoletto e ci si commenta a vicenda, ma niente di piú. Mi piace seguire le storie delle persone e non avere il trentesimo post sulle cose che proprio non si possono comprare negli USA. Che poi é un problema mio ovviamente, perchè se i blog non mi piacciono più basta smettere di seguirli ed è fatta; problema risolto. è che trovo sempre meno blog interessanti....
      Domanda: ma cosa sono i linky party? Questa specialità ancora mi manca

      Elimina
    2. Per ora l'ho visto fra i blog creativi soprattutto: creare qualcosa su uno stesso tema (es. Halloween), o con uno scopo preciso (per riciclare, per sé stesse), o perché è lunedì, o perché si verrà linkate; dopodiché, la blogger organizzatrice linka sul suo blog/post apposito, tutti i post con la creazione partecipante, mettendoli così in vetrina. I risultati sono molteplici: si conoscono nuove persone con la stessa passione/nuovi blog in cui rifarsi gli occhi o rosicare; si imparano nuove tecniche o si trae isprazione dalle creazioni altrui eccetera. Ci sono blog che vivono solo organizzando party con i link altrui, l'unico post proprio è quello con le regole (tra cui iscriversi al blog promotore).
      Beh, sì, tolte quelle cose forse la seconda generazione non era male, ma.. vabbe', non voglio lamentarmi oltre (non so nemmeno io bene di cosa), però ho smesso di seguire certi blog, ecco.

      Elimina
  3. sono in controtendenza ma io non ho notato la proliferazione di blog di mamme expat. a parte alice, che è expat ed è diventata mamma, e quindi il suo blog è diventato suo malgrado il blog di una mamma expat.
    scrivo poco perché negli ultimi mesi sono stata male di brutto, e nemmeno adesso sto 'na favola, a dirla tutta.
    ma non ci racconti come va la convivenza con lo stambecco?

    RispondiElimina
  4. Formichina del mio cuore sono tornata! Non ricordo più l'indirizzo mail del mio blog e non posso accedere :) Ero venuta a sbirciare come stavate tutte voi amiche del cyberspazio e trovo questa depressione comune! Non va bene, troviamo un modo per ridare vita ai nostri blog! Non so... scriviamo una storia insieme. Oppure aggiorniamo i blog una settimana a testa. Dai, facciamo qualcosa! MaryPoppins

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per la fine dell'anno avevo in mente di riproporre il post #sfangarla, ovvero quello in cui si fa un bilancio dell'anno in base a quello che si è fatto anche nel 2014
      es: anche quest'anno non sono andata in palestra
      anche quest'anno ho mangiato troppa cioccolata
      anche quest'anno non ho letto il codice da vinci
      ...
      potrebbe essere un bel modo per congedare questo 2014 tutte insieme, ognuna nel suo blog.

      Elimina
    2. @azzurropillin me lo ricordo il tuo post #sfangarla dell´anno scorso e mi era piaciuto molto. mi sembra una buona idea!

      Elimina
    3. Ragazze, ci sto!!!
      Dovrei anche aver ritrovato modo di accedere al blog, pronte, attente, via?

      A presto :-)
      MaryP

      Elimina
    4. Oddio, io mi unirei, ma ho la memoria ciofeca ... Dopo la Slovenia non ricordo mai cosa non ho fatto, ma sempre ciò che ho fatto molltiplicato, in una continua overdose di gas esilarante!

      Elimina
    5. la frase deve iniziare con:
      anche quest'anno...
      quello che viene dopo lo decidi tu, se ti ricordi quello che hai fatto è più che sufficiente.
      se poi mi consigli il tuo pusher...

      Elimina
    6. Oddio, ma quindi facciamo come le mamme expat? Fcciamo dei posti incatenati da giovani esiliate senza marito ricco?

      Elimina
    7. l´idea mi piace e quindi aderisco, ma sappiate che sará un episodio isolato, per il resto non faro catene!

      Elimina
    8. Una tantum! Una vez al año no hace daño!

      Elimina
  5. @ marypoppins e recupera questa password perché mi manchi!

    RispondiElimina