giovedì 28 agosto 2014

la versione più ardita e decisa di me

Martedì ho avuto una crisi, una di quelle giornate in cui tutto è nero. Per la verità, è stata una giornata in cui ho preso coscienza di quanto io abbia lasciato la paura di questo dottorato farmi trascinare in basso.
È vero che molte cose non vanno (non ho scelto l´argomento giusto, la Prof non mi segue, probavilmente questo non mi darà alcun sbocco), ma è anche vero che molte le ho lasciate andare male io (rimando tutto fin dall´inizio e procedo alla velocità di un bradipo).
 
Domani compio gli anni, ma l´augurio più bello me lo ha già fatto Rob Brezsny oggi.


     Vergine
  1. 23 agosto – 22 settembre

    Come sai bene, la vera fiducia in se stessi non si traduce in arroganza né in spavalderia. A generarla non è il desiderio di apparire migliori degli altri né la paura di sembrare deboli. La vera fiducia in se stessi nasce quando abbiamo una visione chiara e precisa di quello che dobbiamo fare. Si manifesta quando esercitiamo le competenze che abbiamo costruito con il duro lavoro e la disciplina. Per te è arrivato il momento di mostrare nuova fiducia in te stessa, Vergine. Sei pronta per sfoggiare la versione più ardita e decisa di te.

mercoledì 27 agosto 2014

anniversario

Esattamente 4 anni fa a quest´ora facevo il check-in. Sulla carta d´imbarco c´era scritto Santiago del Cile. Ero triste e un po´ piangevo, perché pensavo alle persone che stavo lasciando a casa.
Non potevo immaginare che non sarebbe stato solo un altro tirocinio.
 
Io non lo so spiegare, ma questo Cie lo sento sotto la pelle. E vabbhé che di tutti i posti che ho visto non me ne ha fatto schifo uno e che potrei immaginarmi di vivere per un po´di tempo in tanti posti, ma questo lo sento mio. Mi sembra di avere intero paese dentro gli occhi e dentro al cuore.
 
Per questo anniversario ho messo da parte due filmati da vedere; me li regalerò domenica sera in un momento di calma tutta mia.
Intanto li lascio anche  a voi.


http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-3230c4d2-53bc-4a30-9ebf-6efbbb83a3af.html


https://www.youtube.com/watch?v=emDbpwrQVQY

lunedì 25 agosto 2014

tornata

Sono tornata. Ho voglia di scrivere ma non so da dove ri-cominciare.
 
Potrei ricominciare dallo svelare la/e meta/e di vagabondaggio.
 
Nel caso qualcuno se lo fosse chiesto: sono stata per quasi tre settimane a zonzo tra il Laos e la Thailandia!!!
 
Forse qualcuno ricorderá che l´anno scorso ero giá stata in vacanza in Thailandia ad agosto. Ho bissato. Forse non per le ragioni pú nobili. Nel senso che sono ripartita per l´Asia perché volevo una vacanza semplice, economica e curiosa. Non avevo tempo di fare ricerche e di programmare,  ho scelto un posto che quasi sentivo familiare o nel quale comunque, ero certa, non avrei avuto alcuna difficoltà a dare forma ad un itinerario soddisfacente facendo le mie scelte giorno per giorno. E cosí di nuovo Asia.
 
Sono partita insomma per motivi superficiali e sono tornata peró "punta".
 
Niente di quell´amore viscerale, che mi fa sentire il Cile nelle vene, no, stavolta si tratta di una puntura di zanzara. Da un prurito detto curiosità.
Fino all´età di 26 anni ho vissuto tranquillamente ignorando beatamente l´esistenza del continente Asia. A 26 anni ci sono andata per la prima volta, senza grandi aspettative. Dentro di me pensavo solo "vediamo un po´cos´é questa Asia di cui si parla tanto".
Sono tornata e mi son detta "Non male".
 
A 27 anni ci sono tornata, con curiosità ancora, ma senza eccessivo slancio. Ora mi ritrovo incastrata. Prude e gratto compulsivamente questa curiosità.
 
Spero di essere sufficientemente brava da riuscire nei prossimi giorni a mettere insieme un bel post di viaggio con qualche foto.
 
E per quelli che stanno rosicando dall´invidia...beh, sappiate che subito dopo il paradiso, ho espiato le mie colpe in purgatorio: una bella settimana a casa dei genitori dello stambecco, con tutta la sacra famiglia riunita.