martedì 5 novembre 2013

donne duuu du duuu

Riflessioni sparse sull´essere donna (rigorosamente in ordine crescente di importanza)
 
Oggi ad un seminario si parlava di bilinguismo e di esperimenti psicolinguistici. Ad un certo punto mi è cascato l´occhio sulla lista degli indicatori piú importanti per valutare il background del bambino e in particolare gli strumenti di formazione linguistico-culturale a sua disposizione, come indicatori, se vogliamo, anche di quanto ci sia aspetti da lui. Vien fuori che il livello di istruzione della madre (ma NON quello del padre!) viene inserito tra i parametri.
Voi che ne pensate?
Alcuni direbbero: facile e ovvio, é la madre che si smazza dietro al pupo 24/7, ringrazia il cielo se a volte il nano sa che faccia abbia il padre.
Sí, forse. Ma io ho pensato: wooow, fico. Dev´essere proprio vero che possiamo educare il mondo!
 
Ieri invece mi sono arrivati i risultati di un sondagio sull´universitá di Francoforte.  Avendo frequentato io solo facoltá umanistiche, l´immagine che ho dell´universitá é quello di un MondoDonna, un modo popolato di esseri femminili (tranne qualche invertebrato maschile e qualche sciupafemmine).
Adesso indovinate qual é il sesso prevalente all´universitá! 
Ben il 69% degli iscritti sono ragazze.
Vedo una speranza per un mondo diverso.....
 
Il commercialista mi ha fatto pervenire copia della mia dichiarazione dei redditi per l´anno 2012. Devo solo firmare e inviare all´Ufficio delle entrate.
Ah no, devo anche scegliere se indicare come conto corrente di riferimento il mio o quello di mio marito (marito che non ho, ma non si sa mai). 
 
La scelta piú difficile della giornata è stata quella tra il burro d´arachidi crunchy e quello creamy. Insomma voglio la cellulite morbida o con i pezzettoni d´arachidi ben in vista?

Nessun commento:

Posta un commento