giovedì 6 giugno 2013

mi sento viva

quando esco dall´ufficio alle 6 e attraverso la cittá in bici per raggungere la piscina. Attraverso quartieri residenziali dove le mamme vanno a passeggio con le carozzine, la gente trasporta buste pesanti della spesa, esistono ancora le piccolo botteghe. Io pedalo, sento il sole in faccia e penso che devo sbrigarmi se non voglio fare tardi, anche se in realtá vorrei solo girare a zonzo, perdendomi tra i quartieri.
 
quando giro in bici tra le strade che ospitano i grattacieli piú alti della cittá. Mi metto comoda su queste piste ciclabili molto ampie e poi mi perdo con il naso all´insú, guardo questi giganti e mi sento piccola piccola, una vera formica, ma molto fortunata
 
quando impasto il pane e la pizza e poi, regolarmente, quando li sforno, mi emoziono perché non ci posso credere di essere stata io a farli
 
quando faccio l´amore
 
quando sento che sto facendo bene il mio lavoro e che forse qualcuno lo apprezza
 
quando organizzo cene con la famiglia del cuore, non quella di sangue che mi é stata randomly assegnata, ma quella costruita e voluta, che ho conosciuto piano piano e che ho imparato a coltivare
 
quando un uomo mi guarda
 
quando faccio yoga e scopro cose del mio corpo che non sapevo. Sperimento i miei punti deboli, ma anche quelli di forza e cerco di incamerare sicurezza
 
quando vado a lezione di tedesco e di spagnolo e sto bene. Talvolta riconosco i miei progressi. Sento che con la prima sto finalmente vincendo qualche battaglia e stiamo diventando amiche, quasi quasi mi capita pure di sentirmici comoda. La seconda invece, lo spagnolo, la sento che si plasma sotto le mie mani e mi dà voce, ma mi dá anche un pugno allo stomaco ogni volta che, ogni singola fibra del corpo urla nostalgia per il Cile 
 
quando in questa microcomunità del blog trovo persone dalle quali mi va di lasciarmi inspirare.<




2 commenti:

  1. Andare a zonzo, come mi piaceeeee! In bici infatti mi sono sfracellata due volte perché magari andavo a naso all'insù. Questa è l'ultima cosa che leggo prima di andare a dormire, bello, grazie!

    RispondiElimina
  2. bisogna ricordarsi le cose belle anche, no?

    RispondiElimina