venerdì 22 febbraio 2013

lamento del coniglio agonizzante

Eccomi, sono qui, interpreto me medesima nel lamento finale del coniglio agonizzante. Chiusa in casa da una settimana causa influenza. Unici esseri viventi ad avermi fatto compagnia in questa settimana sono stati i due simpatici coniglietti che vivono in giardino (non sono miei, sono dei miei vicini).
Causa freddo anche loro sono stati tutta la settimana rinchiusi nel loro rifugio. Quindi io guardavo loro dalla mia gabbia (la mia stanza) e chissà se loro guardavano me dalla loro gabbia. Forse siamo stati una settimana a guardarci.
 
Per dare una codata all'influenza e rimettermi in sesto almeno psicologicamente, mercoledì sera ho deciso di prenotare un biglietto aereo: è ora di fare una mini vacanza, ho pensato. Cosa c'è di meglio della sempre tiepida Sicilia per rimettersi un po' in sesto?
Ecco, neppure 24 ore dopo la mia prenotazione Catania è stata colpita da un nubrifragio.
Porto sfiga io o è la sfiga che mi perseguita? 

Nessun commento:

Posta un commento