giovedì 1 novembre 2012

Io (speriamo che) me la cavo

Ci sono giorni di grande pessimismo, dove non funziona niente, gli ingranaggi non scorrono e tutto sembra essere pesante, immobile, inestricabile.

E poi ci sono giorni pieni, che iniziano alle 8 e finiscono alle 22. Cosí frenetici da non lasciare spazio ai pensieri negativi. E allora capisci che quei giorni No ernao solo pieni di paranoie inutili. E benedette scariche di adrenalina, che ti permettono di continuare a lavorare e neanche te lo immagini quante attività possano rientrare tutte dritte filate in un solo giorno. Forse sono troppe, il ritmo aumenta, tutto accelera e all´improvviso pensi "Sí, forse ce la posso fare. Posso fare tutto questo e anche qualcosa in píù".

Sono arrivate notizie buone, richieste di collaborazione, il primo "Publishing Agreement" da firmare, il primo invito per un talk in un altro centro di ricerca.
Sí, forse ce la posso fare. Ma io speriamo che me la cavo anche!

Nessun commento:

Posta un commento