venerdì 12 ottobre 2012

12 ottobre 1492

In Italia è il "Giorno della scoperta dell'America". Ne andiamo un po' orgogliosi perché, si sa, siamo un popolo cazzone, in grado talvolta di sfornare grandi menti e personalità. (Vabbhè, è successo quasi per caso, ma fa lo stesso).

In Spagna è "el dìa de la Hispanidad". Non ne ho mai parlato con uno spagnolo, ma immagino ne vadano almeno un po' fieri, se non altro gli ricorda di quando colonizzavano il mondo, invece di farsi fregare dalla Germania.

In America è "el dìa de la raza" e ci tengono a precisare che il 12 ottobre 1492 non è stato scoperto un bel nulla e loro, a casa propria, ci stavano già da un bel po' e anche abbastanza in pace.


"En 1492, los nativos descubrieron que eran indios,
descubrieron que vivían en América
descubrieron que estaban desnudos,
descubrieron que existía el pecado,
descubrieron que debían obediencia a un rey y a una reina de otro mundo y a un dio
s de otro cielo.
Y que ese dios había inventado la culpa y el vestido.
y había mandado que fuera quemado vivo quien adorara al sol y a la luna y la tierra y a la lluvia que la moja".

Eduardo Galeano



3 commenti:

  1. In Spagna in realtà è anche il giorno della Virgen del Pilar e agli spagnoli viene in mente quella, più che la scoperta dell'America.
    Negli Stati Uniti è la Comunità italiana a festeggiare il Columbus day, mentre in Italia del povero Cristoforo non gliene frega niente a nessuno!

    RispondiElimina
  2. una ricorrenza, tante interpretazioni!

    RispondiElimina
  3. Che bel post! Anche io ho la sensazione che agli spagnoli non importi molto del Dia de la Hispanidad ;) Comunque leggere Malinche di Laura Esquivel mi ha davvero aperto gli occhi sui poveri indios...

    RispondiElimina