domenica 1 luglio 2012

2- Le cose


Sono reduce da alcuni anni di puro vagabondaggio. Negli ultimi 4 anni ho vissuto in 3 continenti, ho abitato in 12 case diverse con coinquilini albanesi, irlandesi, francesi, tedeschi, cileni, australiani, americani, giapponesi, ecuadoregni e forse qualcun altro che ora non ricordo. Tutto ciò mi fa sentire profondamente fortunata. Forse non sempre sono riuscita a trarre il massimo da ogni situazione, ma credo di essermi avvicinata per lo meno al meglio.
In tutto questo periodo uno dei miei problemi fondamentali sono state le cose. Ad ogni spostamento la solita domanda: cosa ne faccio delle mie cose? Alcune vivono da anni una triste vita tra le pareti di uno scatole, parcheggiate nel garage/soffitta/armadio di qualche anima pia generosamente offertasi di ospitarle a tempo (in)determinato. Alcune hanno dovuto necessariamente seguirmi. Si tratta di pochi elementi, tutti contati in un numero appena sufficiente a soddisfare le necessità di base: un accappatoio, asciugacapelli, pc,  vari cavi e caricatori, biancheria e vestiti appena sufficienti a coprire le esigenze dettate da prevedibili ragioni climatiche e sociali (sicuramente con un maggior peso del primo fattore rispetto al secondo). 
Il caso ha voluto che nel frattempo io abbia dovuti occuparmi anche di liberare la casa dei miei genitori. Non so se a qualcuno di voi sia mai successo, magari con la casa di un nonno: beh, trattasi di impresa faraonica. Ogni singolo oggetto deve trovare una nuova destinazione: va conservato in una scatola, o regalato, o venduto, o gettato. Immaginate una villetta a schiera a tre piani che deve essere sgomberata fino all’ultimo spillo.
Insomma, le cose per me erano diventate una ossessione, vivevo con la preoccupazione costante di non accumulare oggetti superflui e allo stesso tempo con il terrore di non avere a mia disposizione quelli di prima necessità. Che faccio se ad esempio sono in Sudamerica, è ancora inverno e fa freddo e i miei vestiti invernali sono in uno scatolone, in Toscana, a casa di persone che quasi non conosco!?
Insomma, le cose erano diventate un problema.
E adesso la svolta: mi sto fermando. Pare che, spostamenti frequenti, ma in un raggio minore a parte, io avrò una base per i prossimi 3 anni, ho una stanza che potrà essere mia a lungo e quindi che faccio? Realizzo il sogno segreto degli ultimi 2 anni: compro un armadio!
E subito si presentano le prime tentazioni: una parte del mio cervello, presumo l’emisfero destro, inizia a suggerirmi di comprare tutto quello che avrei sempre voluto e non ho mai potuto avere. Tipo un accappatoio vero, non quello da viaggio, o qualche libro in più, o un numero di maglioni per stagione superire a 5. Per fortuna una parte di me, forse l’emisfero sinistro, stanco e spossato, ma casualmente ancora attivo, si fa avanti e mi ammonisce di tanto in tanto ricordandomi che no, non si fa. Va comprato solo il necessario. E ogni spesa va ben ponderata, esattamente come facevo prima.
Però ragazzi che soddisfazione avere tutte le mie cose riunite in una sola stanza!

Una delle ragioni per cui ho aperto questo blog e che ho la sensazione che là fuori ci sia qualcuno che mi può capire, viaggiatrici incallite e expat di grande esperienza. In voi cerco solidarietà. Perché ci sono cose che una persona che ha vissuto sempre nello stesso posto non può assolutamente capire. O no?

2 commenti:

  1. Come ti capisco! Abbiamo scritto un post simile in sintonia! Non farti fregare dal richiamo ammaliante dell'armadio che ti dice 'riempimiiii', ma continua a disfarti del materiale e arricchirti di esperienze!

    RispondiElimina
  2. Anch'io ti capisco! Dietro a me, in terra ci sono 5 pile di libri e 2 borsoni di vestiti che ho appena recuperato in parte dalla casa dei miei genitori (siano benedetti!) e in parte dal mega pacco che ci è arrivato qualche giorno fa dall'Australia... Stanno ancora aspettando una destinazione definitva (dopotutto, la casa dove abitiamo ora ci ospiterà per un annetto circa e basta...) ma se non altro, non stanno più a migliaia di chilometri da me:-)

    RispondiElimina